Alla scoperta di Marco De Bartoli

Fondata nel 1978 da Marco De Bartoli, un appassionato agronomo e pilota di auto da corsa, la Cantina De Bartoli ha rivitalizzato l’antica tenuta familiare Baglio Samperi e la produzione di Marsala, un vino che all’epoca era in declino. A dispetto delle sfide, Marco De Bartoli è riuscito a far rinascere le sue vigne e a creare un nuovo modo di produrre vino in Sicilia, basato sulla qualità e sulle antiche e virtuose tradizioni. Questo ha portato alla produzione di Marsala, vini passiti e secchi che hanno fatto la storia del vino in tutto il Meridione e nel mondo.

Oggi, i figli di Marco – Josephine, Renato e Sebastiano – continuano l’eredità di eccellenza del padre. I vini della Cantina De Bartoli raggiungono altissimi livelli di qualità e la tenuta familiare, un antico baglio ottocentesco, risplende in tutto il suo splendore. Marco De Bartoli è diventato una figura leggendaria e le sue tecniche di produzione, innovative ma radicate nella tradizione, sono diventate una regola in tutto il territorio. Una di queste è l’introduzione del Metodo Soleras, introdotto in Sicilia da Benjamin Ingham nel 1812 e ripristinato da Marco negli anni ’70.

I vini della Cantina De Bartoli sono espressioni di un territorio generoso e suggestivo, con vigneti di spicco come quelli di Samperi, situati su una conca alluvionale, e Bukkuram, baciati da un sole africano. Sebbene il nome De Bartoli sia principalmente legato al Marsala e agli esuberanti passiti di Pantelleria, la cantina ha acquisito fama internazionale per la sua vasta e variegata gamma di vini prodotti da vitigni tipici del territorio, come Grillo, Zibibbo, Catarratto e Perricone. Le storiche e prestigiose etichette Vecchio Samperi, Bukkuram, Marsala Vergine e Superiore sono affiancate da nuove e sorprendenti espressioni che incarnano la migliore tradizione agricola e vinicola della Sicilia.