CategoriesSuggerimenti

Come preparare un piatto di salumi e formaggi

Pensi che per fare un piatto di salumi e formaggi sia sufficiente conservare qualche porzione di prodotti locali su un piatto? Ebbene, vi sbagliate: il piatto di salumi e formaggi non è solo un aperitivo appetitoso, ma può essere anche un biglietto da visita essenziale della vostra cucina, oltre che un momento di piacevole condivisione. Ecco perché vi consigliamo di prepararlo con la giusta cura… anche attraverso i consigli che abbiamo avuto il piacere di riassumere qui di seguito!

Come scegliere i salumi

La prima cosa che vi consigliamo di fare è scegliere i salumi. In questo caso, la scelta può basarsi esclusivamente sul prosciutto crudo (prosciutto crudo, speck, pancetta, coppa, bresaola, lardo), solo sulle carni cotte (prosciutto cotto, mortadella, maiale), o su entrambi.

I nostri consigli, in questo caso, sono principalmente due:

  • Se scegliete di presentare sia salumi cotti che crudi, cercate di distinguerli presentandoli su due taglieri diversi;
  • Provate a ordinare i salumi da quelli più magri a quelli più grassi, permettendovi così di dare il giusto senso alla presentazione (e aiutando i vostri commensali a identificare quelli che volete mangiare o meno senza risentimenti!)

In alternativa all’ordine di cui sopra, si può anche provare a proporre degustazioni verticali, magari proponendo lo stesso prosciutto crudo ma con tempi di stagionatura diversi. Oppure, è possibile proporre degustazioni orizzontali, come il prosciutto crudo che proviene da diverse parti del paese nazionale o estero.

Evidentemente, la possibilità di scegliere un piatto regionale o territoriale rimane sempre valida: in questo caso si concentra esclusivamente sui territori della propria zona, magari aggiungendo produzioni di nicchia e di pregio. Insomma, in ogni caso, cercate di fornire uno spunto per la degustazione e l’interesse che lascerà i vostri ospiti particolarmente colpiti, rivelando in voi un’attenzione che – forse – non si aspettavano!

Come scegliere i formaggi

Una volta scelti i salumi, procedete con la selezione dei formaggi. Il nostro suggerimento è in questo caso non esagerare: non dovete inondare i vostri ospiti con troppe alternative, perché bastano 4-5 formaggi per fare una buona impressione.

Anche in questo caso, ricordate di creare una “narrazione”, magari mettendo le forme dal più delicato al più forte, o dal più fresco al più stagionato.

Se sei un amante, o pensi che ai tuoi ospiti possa piacere questa scelta, puoi anche optare per formaggi appartenenti solo a una certa categoria: pensa solo al latte di capra o al formaggio di mucca. Rimane valida anche l’opzione di una degustazione verticale o orizzontale.

Accessori

Se siete arrivati fin qui… i vostri sforzi sono già stati parzialmente ricompensati, ma non sono certo finiti!

Dovete prima abbinare i coltelli giusti, sapendo che la loro scelta dipenderà dal tipo di formaggio: per i coltelli morbidi opterete per un coltello ad archetto mentre per i formaggi più duri opterete per un coltello ad archetto dovrete aggiungere dei coltelli. Ricordatevi di mettere un coltello per ogni tipo di formaggio, per evitare di mescolare i sapori.

Un’altra aggiunta che impressionerà i vostri commensali è quella delle salse, marmellate, sottaceti o gelatine: Tutti questi elementi si abbinano molto bene, soprattutto se avete avuto qualche informazione preventiva sulle combinazioni più gustose. E non dimenticate il pane!

Lascia un commento

Add to cart